MUSICA NEGLI AUDIOVISIVI

Anno accademico 2018-2019

MUSICA NEGLI AUDIOVISIVI

Docenti:
Calabretto Roberto
Anno di corso: 1
Totale crediti: 6
Tipologia: Caratterizzante
Periodo didattico: Primo Periodo
Lingua insegnamento: ITALIANO
Prerequisiti. a. Conoscenza dei fondamenti della storia del cinema;
b. Essere, preferibilmente, in possesso dei requisiti di base della teoria musicale.
Metodi didattici. Le lezioni frontali saranno costantemente esemplificate con proiezioni e ascolti al fine di favorire il coinvolgimento e la partecipazione attiva degli studenti. Alcune lezioni, allo stesso tempo, avranno carattere laboratoriale con concrete esemplificazioni sulle scritture musicali in uso nel cinema.
Modalità di verifica. La verifica dell’apprendimento consiste in una prova scritta (domande a forma aperta) in cui lo studente dovrà dimostrare di conoscere gli argomenti discussi durante delle lezioni. Lo studente può altresì presentare una tesina che sarà poi discussa con il docente.
Altre informazioni. E’ vivamente consigliata la frequenza delle lezioni. Gli studenti non frequentanti devono concordare il programma con il docente.

OBIETTIVI FORMATIVI

a. Conoscere le principali tipologie sonore dell’universo degli audiovisivi (film, documentario, video, pubblicità, videoclip.);
b. Conoscere le diverse problematiche inerenti alla realizzazione del commento sonoro (musica composta, adattata, uso dei motivi conduttori, presenze motiviche e tematiche, fenomenologia del rumore ecc.);
c. Essere in grado di comprendere tutte le fasi del processo creativo delle diverse componenti della colonna sonora e tutti i nessi relativi;
d. Conoscere le principali linee dell’evoluzione della musica negli audiovisivi;
e. Conoscere i problemi e i metodi fondamentali della critica delle fonti audiovisive;
f. Saper ascoltare in maniera consapevole la musica nell’universo degli audiovisivi;
g. Saper analizzare la colonna sonora di un film, in tutte le sue componenti, e in genere le funzioni della musica negli audiovisivi;
h. Saper offrire personali interpretazioni sulle funzioni della musica e di tutte le componenti sonore negli audiovisivi;
i. Saper illustrare con rigore logico e terminologico, a voce e per iscritto (report), questioni anche tecniche inerenti alle fasi di allestimento della colonna sonora;
l. Saper analizzare con rigore logico e terminologico, a voce e per iscritto (report), sequenze cinematografiche, film pubblicitari e videoclip;
m. Saper reperire e utilizzare strumenti bibliografici e video utili per l’approfondimento autonomo di problemi inerenti all’allestimento della colonna sonora e alla comprensione delle funzioni della musica e dei rumori nell’universo cinematografico.

CONTENUTI

a. Lo studio delle teorie estetiche della musica per il cinema, la televisione, il video e lo spot pubblicitario;
b Le diverse problematiche inerenti alla realizzazione del commento musicale (musica composta, adattata, uso dei motivi conduttori, presenze motiviche e tematiche, fenomenologia del rumore ecc.);
c. Le diverse tipologie musicali delle colonne sonore cinematografiche (minimalismo, musica elettronica, dodecafonia, in forma tematica);
d. I rumori cinematografici;
e. La teoria dell’audiovisione;
f. Lineamenti di storia della musica per film dal cinema muto (cenni) ai nostri giorni;
g. Le fasi dell’allestimento della colonna sonora (composizione, registrazione, missaggio, montaggio);
h. Il documentario e le funzioni della musica al suo interno;
i. Le diverse tipologie del videoclip;
l. La musica nella pubblicità;
m. La musica nella televisione;
n. La musica nel cinema di Michelangelo Antonioni.

TESTI DI RIFERIMENTO

Roberto Calabretto, Lo schermo sonoro. Venezia: Marsilio, 2010 (pp. 81-242).

Roberto Calabretto, Antonioni e la musica. Venezia: Marsilio, 2012 (pp. 11-50, 105-206);

Roberto Calabretto, Luigi Nono e il cinema, Lucca, LIM, 2017