Piano Lauree Scientifiche

Piano Lauree Scientifiche

Il Dipartimento è coinvolto attivamente nel Piano Lauree Scientifiche promosso dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

Che cos’è il Piano Lauree Scientifiche

L’impatto della scienza nella società è cresciuto notevolmente nell’ultimo secolo, con risvolti in ambito tecnologico che hanno cambiato radicalmente non solo la nostra comprensione del mondo, dei suoi problemi e delle prospettive per il nostro futuro, ma anche gli stili e le aspettative nella nostra vita quotidiana. La rapidità con cui avvengono questi cambiamenti richiede una competenza crescente in termini di conoscenze tecniche e di bagaglio culturale, in modo da partecipare costruttivamente a questi cambiamenti, e non subirne passivamente le conseguenze.

In questo contesto, nasce nel 2005 il Progetto Lauree Scientifiche, un accordo tra Ministero dell’Università e della Ricerca, Confindustria e Conferenza Nazionale dei Presidi delle Facoltà di Scienze e Tecnologie avente lo scopo rafforzare i rapporti tra mondo scolastico e mondo universitario.

I risultati ottenuti nel quadro di questo primo accordo hanno convinto il ministero a rilanciare il progetto con il nome di Piano Lauree Scientifiche, nella convinzione che una relazione virtuosa tra scuola e università non può che favorire la diffusione della cultura scientifica e la comprensione dell’importanza che una formazione scientifica e dell’innovazione riveste nello sviluppo organico e competitivo della nostra società, soprattutto in ambito internazionale.

Uno degli strumenti principali del Piano Lauree Scientifiche è la realizzazione di laboratori di:

  • orientamento, destinati a studenti della scuola secondaria, con lo scopo di stimolare l’interesse verso corsi universitari in ambito scientifico;
  • formazione, destinati ad insegnanti di materie scientifiche, con lo scopo di favorirne la formazione continua e le possibilità di collaborazione con il mondo universitario.

L’attività del Dipartimento

Il dipartimento ha avuto storicamente un impegno deciso nel favorire la collaborazione tra modo della scuola e mondo universitario. La natura interdisciplinare dell’attività didattica e di ricerca svolta al DMIF garantisce competenze all’avanguardia in discipline diverse, nelle quali il dipartimento si impegna attivamente sia a livello di contenuti fondamentali, che in un contesto applicativo/tecnologico.

Nel contesto del Piano Lauree Scientifiche questa tradizione di lunga data ha consentito di valorizzare l’esperienza acquisita nell’ambito della realizzazione di laboratori per le scuole secondarie superiori, e di attività volte alla formazione degli insegnanti, anche in un contesto di collaborazione in ambito regionale.

Nell’ambito della matematica si è indagato sul suo ruolo nella risoluzione di problemi, e nella descrizione di fenomeni, suggeriti sia dalla quotidianità che dalla ricerca. L’importanza di algoritmi e simulazioni numeriche è stato un filo conduttore in laboratori di matematica computazionale, con l’introduzione di strumenti di calcolo e software matematico come Matlab, Geogebra, C, R, a beneficio sia degli studenti, che come ausilio didattico per gli insegnanti. Seminari specifici hanno fornito opportunità, sia nell’ambito dell’informatica che della fisica, per affrontare a vari livelli temi specifici, come l’intelligenza artificiale, la crittografia, le basi dati, i fondamenti della fisica quantistica, la superconduttività, la spettroscopia.

Nei laboratori sono stati coinvolti sia esperti, ad esempio per làorganizzazione di seminari a tema, che studenti interessati ad un percorso didattico. Le attività per le scuole superiori hanno cercato un equilibrio tra parti curriculari ed extracurriculari, mentre per le altre scuole si è privilegiato l’aspetto curriculare.

Si sono, inoltre, offerti moduli di formazione e allenamenti per le competizioni in ambito scientifico, giochi, e visite guidate a enti di ricerca, con lo scopo di rendere l’ambito scientifico un aspetto sempre più presente nel vissuto quotidiano.