L’informatica ha un ruolo pervasivo e fondamentale in ogni aspetto della nostra società e della nostra vita quotidiana. Iscriversi al Corso di Laurea in informatica permette di comprendere tale ruolo, stare al passo con l’innovazione e contribuire

all’evoluzione scientifico-tecnologica dei prossimi anni.

Conoscere l’informatica non vuol dire saper usare specifiche applicazioni software, vuol dire soprattutto conoscere i principi scientifico-metodologici necessari alla risoluzione di problemi complessi concernenti l’informazione, la computazione e la conoscenza. Il Corso di Laurea in Informatica ha l’obiettivo di insegnare tali principi, formando figure professionali che siano capaci di affrontare con successo le sfide costituite dal rapido progresso tecnologico, dall’obsolescenza delle competenze e dalle crescenti esigenze nel settore delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione.

Cosa si studia?

Il percorso formativo del Corso di Laurea in Informatica è frutto dell’esperienza in discipline informatiche maturata dall’ateneo di Udine fin dal 1979 ed è organizzato in modo da dare sia delle solide basi teoriche e metodologiche, sia conoscenze tecniche approfondite relative alle tecnologie dell’informazione e della comunicazione. Le conoscenze tecniche evolute includono discipline informatiche particolarmente attuali e richieste dal mondo del lavoro, quali Algoritmi e Strutture Dati, Basi di Dati, Ingegneria del Software, Interazione Uomo-Macchina, Reti di Calcolatori e Linguaggi di Programmazione.

Al fine di far sperimentare concretamente allo studente le nozioni apprese, il Corso è caratterizzato dalla partecipazione a molte attività di laboratorio e prevede, inoltre, la possibilità di svolgere tirocini presso le aziende, quale parte integrante del percorso formativo, facilitando così il contatto con il mondo del lavoro.

Dall’anno accademico 2003/04, il Corso di Laurea in Informatica di Udine ha ottenuto ogni anno la certificazione di qualità “Bollino Grin”, rilasciata dal GRIN (Associazione italiana dei docenti universitari di Informatica) in collaborazione con l’AICA (l’Associazione Italiana per l’Informatica ed il Calcolo Automatico).

E dopo la laurea?

Il Corso di Laurea in Informatica fornisce le competenze e la preparazione necessarie tanto all’ingresso nel mondo del lavoro quanto alla prosecuzione degli studi verso una laurea magistrale.

Il laureato in Informatica è una figura professionale specializzata ed estremamente richiesta dal mondo del lavoro, che trova facilmente collocazione nelle imprese e negli enti pubblici per mansioni ad alto contenuto tecnologico. Gli ambiti occupazionali e professionali di riferimento per i laureati in Informatica sono quelli della pianificazione, progettazione, sviluppo, direzione lavori, controllo qualità, gestione e manutenzione del software e di sistemi per la generazione, trasmissione ed elaborazione delle informazioni. Tra gli altri, il laureato in Informatica può ricoprire ruoli quali progettista di software applicativi e sistemi informativi, analista di sistemi informatici, consulente per l’innovazione tecnologica, amministratore di sistema, responsabile della sicurezza informatica.

Dall’indagine AlmaLaurea 2014-2017 risulta che il numero disoccupati ad un anno dalla laurea triennale è 0 (contro il circa 16% rispetto alla media delle lauree in Informatica in Italia). Circa il 50% dei nostri laureati prosegue il proprio curriculum di studi, accedendo al corso di Laurea Magistrale in Informatica, al Corso di Laurea Magistrale interateneo internazionale in Computer Science, o ad altri corsi di laurea magistrale.

Dopo la laurea Magistrale in Informatica o Computer Science, se lo desidera, il laureato di informatica può partecipare all’esame di stato di ingegneria dell’informazione ed iscriversi al corrispondente albo professionale.

Visita la guida ai corsi per approfondire.

Dati Occupazione ad un anno dalla Laurea

  • Lavora e non è iscritto alla magistrale
  • Lavora ed è iscritto alla magistrale
  • Non lavora ed è iscritto alla magistrale
  • Non lavora, non è iscritto alla magistrale e non cerca
  • Non lavora, non è iscritto alla magistrale ma cerca

Fonte dei dati: Alma Laurea XIX Indagine (2017)